Nuraghe Albucciu ad Arzachena

Descrizione

Il nuraghe Albucciu fa parte di un complesso nuragico con un villaggio di capanne circolari ed una tomba di giganti (tomba Moro). Costruito con grossi blocchi di granito, il nuraghe Albucciu è un incrocio tra due tipologie architettoniche: in parte a corridoio, ovvero ha gli spazi interni distribuiti orizzontalmente, e in parte a tholos. Il nuraghe era distribuito su due piani, di cui oggi è rimasto solo il piano inferiore.
L’ingresso con architrave e sopraelevato, immette in un breve andito trapezoidale con due piccole nicchie su cui veniva sistemato un tronco per il fissaggio della porta.
Sul fondo dell’andito si aprono due vani: una camera e un corridoio. La scala di fondo, con due rampe intervallate da un pianerottolo, conduce al terrazzo dal quale si accede ad una seconda camera più ampia nella quale vi è un piccolo ripostiglio, un’apertura per fare entrare la luce, un sedile centrale.
Sono stati rinvenuti diversi reperti, tra cui frammenti di lingotti oxhide, di spade votive, che testimoniano l’uso del nuraghe nell’età del Bronzo recente, anche se l’edificazione del nuraghe risale a un periodo precedente.

Storia delle ricerche

Il sito è stato scavato negli anni ’60 da Maria Luisa Ferrarese Ceruti.

Come arrivare

Da Arzachena si segue la SS 125 in direzione Olbia, e dopo circa 600 m dall uscita del paese si seguono le indicazioni segnalate da appositi cartelli e si arriva al nuraghe.