Nuraghe Fenu a Pabillonis

Il nuraghe Fenu, dal termine “fieno”, è situato nelle campagne del comune di Pabillonis, nel Medio Campidano, a sud della Sardegna. E’ simile al nuraghe Santu Sciori situato nello stesso comune.
E’ un nuraghe di tipo complesso polilobato, tra i più grandi dell’isola, costruito interamente in roccia basaltica, risalente alla Età del Bronzo Medio e si estende su un’area di circa 2 mila metri quadrati.
Oggi sono visibili due delle cinque torri, costruite con grossi massi e che raggiungono un’altezza di circa 2 metri. Parte del materiale del nuraghe Fenu venne utilizzato per le fondamenta di un ponte della linea ferroviaria.
Il sito nuragico è stato abbandonato in epoca antica in seguito ad un incendio e ad un cedimento della struttura. In seguito venne riutilizzato da popolazioni puniche e poi romane, fatto testimoniato dal ritrovamento di alcune monete dell’epoca romana.

Storia degli scavi

Gli scavi archeologici sono stati svolti in più fasi con inizio nel 1996 e hanno interessato la parte abitativa del nuraghe. In seguito sono stati portati alla luce un focolare, tracce di alimenti e di vasi di ceramica.

Come arrivare

Il nuraghe Fenu si trova a circa 3 km dal centro di Pabillonis, lungo la linea ferroviaria.  Lo si può raggiungere percorrendo la SP 4.3 in direzione Sardara . Arrivati ai cancelli ferroviari svoltare a destra in una stradina parallela ai binari ferroviari e di lì a poco ci si ritrova nel sito nuragico.