Nuraghe Piscu a Suelli

Descrizione

Il nuraghe Piscu, datato tra il 1400 e il 1000 a.C. (tra il Bronzo Medio e Bronzo recente) è situato a Suelli su una collina della Trexenta; è un maestoso nuraghe di tipo complesso costruito con blocchi di marna calcarea lavorati, formato da una torre principale, un bastione con quattro torri agli angoli costruito in una fase successiva, protetto da un antemurale pentalobato.
Alla torre principale si accede da un ingresso con architrave, che porta al corridoio con due nicchie, che a sua volta introduce nella grande camera circolare. Si ipotizza che per arrivare sulla cima della torre si utilizzassero gli spalti esterni. Il bastione è particolare in quanto due delle torri sono contigue e di diversa dimensione, quasi a raffigurare un trilobato anziché un quadrilobato. Sul cortile, dal quale si accede attraverso un corridoio, sono presenti gli ingressi delle tre torri secondarie che danno accesso a camere circolari con nicchie e feritoie.
Attorno al nuraghe, un muretto basso di grossi massi abbraccia diverse torri e include un villaggio costituito da numerose capanne circolari e quadrangolari.

Storia degli scavi

Il nuraghe Piscu a Suelli fu scavato per la prima volta nel 1860 da privati cittadini. Tra il 1980 e il 1988 Vincenzo Santoni ne effettuò il consolidamento e lo studio.

Come arrivare

Uscire da Senorbì e prendere la SS 128 in direzione di Suelli. Dopo circa 2,7 km è visibile il nuraghe.