Periodo Età del Ferro della Sardegna

Collocato tra il 900 ed il 500 a.C., l’Età del Ferro nell’isola è caratterizzata dall’insediamento stanziale dei Fenici, e quindi dai cambiamenti anche nell’assetto dei nuraghi e dei villaggi: alcuni nuraghi vengono smontati, i villaggi diventano isolati, con cortile centrale comune a più ambienti.

Vengono prodotti numerosi bronzetti, statuette ex-voto raffiguranti arcieri, lottatori, figure femminili, animali; inoltre aumenta la produzione di armi in bronzo.
Sono risalenti a questo periodo, le statue di Monti Prama rinvenute a Cabras: enormi statue di pietra che raffigurano, come i bronzetti, varie figure umane maschili tra cui arcieri e pugilatori, insieme a diversi esemplari di modellini di nuraghe. Questi ultimi rappresentano il profondo cambiamento nella cultura nuragica: non vengono più costruiti nuovi nuraghi e si abbandonano quelli esistenti.